Indagine “La ripartenza: parola alle imprese”

Si informa che all’interno del progetto RSit (a valere sulla DGR n.816/2019) è stata predisposta l’indagine online: “La ripartenza: parola alle imprese”, focalizzata sulla riapertura post-lockdown.

Il questionario ha l’obiettivo di raccogliere informazioni sulle prospettive future e individuare i nodi critici che le aziende devono affrontare in relazione ai processi produttivi, al rapporto con i lavoratori, alla gestione degli spazi, alle relazioni con i clienti e i fornitori, nonché alla dimensione di sostenibilità dell’impresa stessa.

Per compilare il questionario on line clicca qui

Sul portale web dedicato al progetto sono inoltre presenti gli Atti del webinar “Per una Ripresa Sostenibile: Imprese a confronto”, tenutosi lo scorso 27 maggio. Per ogni ulteriore approfondimento si invita a cliccare qui

TenP: la piattaforma gratuita che supporta le aziende nell’autovalutazione delle proprie strategie e performance di sostenibilità

La Fondazione Global Compact Network Italia ha messo a punto TenP, una piattaforma utilizzabile gratuitamente da ogni azienda, costruita sulla base dei 10 principi del Global Compact delle Nazioni Unite (focalizzati su Diritti Umani, Lavoro, Ambiente e Lotta alla Corruzione, e tenendo in considerazione i piĂą rilevanti standard e convenzioni internazionali in materia di sostenibilitĂ ) che fornisce un duplice vantaggio: autovalutarsi in modo semplice e trasparente sul tema della sostenibilitĂ  e monitorare le prestazioni dei propri fornitori.

La TenP – Sustainable Supply Chain Self-Assessment Platform consente alle imprese che la utilizzano di tenere traccia dei progressi fatti nell’integrare la sostenibilitĂ  all’interno delle proprie operazioni di business, di comparare le proprie performance di sostenibilitĂ  con quelle di aziende similari ed eventualmente di condividere i risultati dell’autovalutazione con i TenP Platform Partners (vale a dire con le aziende che hanno sostenuto la creazione della piattaforma e/o che contribuiscono alla sua implementazione) mantenendo il completo controllo su chi può visualizzare i propri dati.

Sviluppata e gestita direttamente dal Global Compact Network Italia per sostenere le imprese aderenti nella raccolta di informazioni sulle performance di sostenibilità delle aziende loro fornitrici, è interessata ad utilizzarla in modo coerente con le finalità per cui è stata creata. Per ulteriori informazioni e per utilizzare la piattaforma clicca qui

GREENITALY 2018


“GreenItaly” è una ricerca, pubblicata annualmente da Symbola, la Fondazione che promuove e aggrega le Qualità Italiane, sul valore della Green Economy, che si propone di evidenziare come l’Italia sia in grado di cogliere le grandi sfide ambientali puntando su innovazione e ricerca, sviluppando il valore economico delle imprese e del Paese.

Dal 2010 “GreenItaly” è uno strumento indispensabile per conoscere numeri, territori e settori dell’economia green italiana, ma soprattutto per analizzare e capire il ruolo da protagonista che il Made in Italy può avere nel mercato internazionale puntando sulla sostenibilità.

I rapporti  GreenItaly sono scaricabili cliccando qui  

Sì, la sostenibilità può essere una strategia

Nell’indagine del 2019 dal titolo “SostenibilitĂ  aziendale: una strategia?”, i ricercatori George Serafeim (della Harvard Business School ) e Ioannis Ioannou (della London Business School) hanno evidenziato che, un numero crescente di aziende in tutto il mondo ha adottato e implementato volontariamente un’ampia gamma di pratiche di sostenibilitĂ . Questo sensibile incremento ha portato i ricercatori ad interrogarsi in merito alla natura della sostenibilitĂ  e le sue implicazioni a lungo termine per le organizzazioni: l’adozione delle pratiche di sostenibilitĂ  è una forma di differenziazione strategica che può portare a prestazioni finanziarie superiori o una necessitĂ  strategica che può garantire la sopravvivenza aziendale ma non necessariamente una sovraperformance?

La ricerca utilizza i dati forniti dal gruppo londinese MSCI, il piĂą grande fornitore di dati ESG (environmental, social and governance) nel mondo, per il periodo 2012-2017. Dall’analisi di un campione di circa 3.802 aziende è quindi emerso che, nella maggior parte dei settori, le pratiche di sostenibilitĂ  sono convergenti nel tempo. Tale constatazione implica che, in media, le aziende hanno adottato un insieme sempre piĂą simile di pratiche di sostenibilitĂ  durante il periodo campione, aumentando la possibilitĂ  che stiano diventando pratiche comuni e, in quanto tali, hanno meno probabilitĂ  di fungere da differenziatore strategico e piĂą probabilitĂ  di essere una necessitĂ  strategica. Vengono inoltre esplorate le determinanti della variazione inter-industriale scoprendo che uno dei fattori piĂą importanti associati a un piĂą alto livello di convergenza è dovuto all’adozione di pratiche di sostenibilitĂ  da parte del leader del settore all’inizio del periodo campione.

In relazione a ciò, emerge inoltre che c’è una maggiore convergenza nelle industrie in cui le questioni ambientali e sociali sono dominanti, piuttosto che le questioni di governance.

I risultati suggeriscono che la sostenibilitĂ  può essere sia una necessitĂ  che una differenziazione. Alcune attivitĂ  di sostenibilitĂ  stanno semplicemente diventando “best practice” e quindi sono una necessitĂ . Ma i dati suggeriscono che alcune aziende stanno creando un reale vantaggio strategico adottando misure di sostenibilitĂ  che i loro concorrenti non possono facilmente eguagliare.

Per ulteriori approfondimenti clicca qui