Al via l’8^ edizione del Premio Impresa Ambiente

Si rinnova nel 2020 l’appuntamento con il Premio Impresa Ambiente, il più alto riconoscimento italiano per le imprese, gli Enti pubblici e privati che abbiano dato un contributo innovativo a processi, sistemi, partenariati, tecnologie e prodotti in un’ottica di sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e responsabilità sociale.

L’ottava edizione è promossa dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, in collaborazione con Unioncamere e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

La partecipazione al Premio è gratuita. Sono ammesse alla selezione le candidature pervenute a partire dal 1° agosto ed entro il 30 settembre 2020.

I vincitori, che saranno premiati nel mese di dicembre a Venezia, potranno partecipare all’European Business Awards for the Environment’ (E.B.A.E.) promosso dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea.

Sono 4 le categorie per presentare la propria candidatura:

  1. Migliore gestione per lo sviluppo sostenibile
  2. Miglior prodotto o servizio per lo sviluppo sostenibile
  3. Miglior processo/ tecnologia per lo sviluppo sostenibile
  4. Miglior cooperazione internazionale per lo sviluppo sostenibile

I candidati, se titolari o dirigenti d’impresa under 40, potranno concorrere contestualmente per il Premio Speciale Giovane Imprenditore, un riconoscimento riservato a quanti si sono distinti per spiccate capacità imprenditoriali, innovazione ed attività di ricerca dedicati allo sviluppo eco-sostenibile.

Il bando, le modalità di partecipazione  ed informazioni più dettagliate sono disponibili sul portale www.premioimpresambiente.it

La Segreteria Organizzativa del Premio Impresa Ambiente è istituita presso:
Camera di Commercio di Venezia Rovigo, Via Forte Marghera, 151, 30173 Venezia Mestre (VE); e-mail: info@premioimpresambiente.it

LE PROPOSTE DI BANCA ETICA PER RISOLLEVARE IL PAESE DALLA CRISI. Le gravi conseguenze finanziarie ed economiche della pandemia COVID-19

Oltre alle problematiche di natura sanitaria, la pandemia di questi mesi ha prodotto effetti anche sull’andamento economico e finanziario. Tra i numerosi studi pubblicati in quest’ultimo periodo, ad esempio, Banca Etica.

AGENDA 2030 A CHE PUNTO SIAMO? L’Agenda 2030 e le strategie per la sua attuazione, in particolare quella della Regione Veneto

Il 25 settembre 2015 l’Assemblea Generale dell’ONU ha adottato “L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”. Quest’ultimo è tale se lo sfruttamento delle risorse, l’impiego delle risorse finanziarie e l’evoluzione tecnologica sono coerenti non solo con i bisogni attuali, ma anche con quelli delle future generazioni. L’Agenda 2030 è un programma d’azione che prevede di raggiungere, entro il 2030, 17 obiettivi di Sviluppo sostenibile.

LA NUOVA NORMA UNI EN ISO 14063: LA COMUNICAZIONE AMBIENTALE. La non trascurabilità dell’attività d’impresa sull’impatto ambientale

Il tema ambientale ha acquisito un’importanza oggi sempre maggiore, soprattutto negli ultimi anni, al punto da non poter essere più sottovalutato nell’attuale economia globale. È proprio in tale scenario che la Commissione Ambiente ha pensato di recepire anche in lingua italiana la UNI EN ISO 14063.

Sviluppo sostenibile urbano: il caso del Friuli Venezia Giulia

Si informa che il Friuli Venezia Giulia è la prima regione italiana a dotarsi di un documento programmatico per lo sviluppo sostenibile urbano, realizzato dal Green City Network e promosso dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile in collaborazione con la Regione stessa.

La strategia per le Green city del Friuli Venezia Giulia considera le azioni da mettere in campo con specifico riferimento ai seguenti 3 ambiti prioritari:

  • la qualità ambientale delle città (per esempio verde, qualità dell’aria, mobilità sostenibile, ecc…); 
  • l’efficienza e la circolarità delle risorse (rigenerazione urbana, patrimonio edilizio, rifiuti, ecc…); 
  • il cambiamento climatico (riduzione dei consumi di energia e delle emissioni, adattamento agli effetti dei cambiamenti climatici, ecc…)

ed esamina tutte tutte le misure e le iniziative in corso della Regione, le problematiche ancora aperte, suggerendo le azioni da perseguire per promuovere l’applicazione dell’approccio delle green city allo sviluppo sostenibile. Si tratta di obiettivi per rendere più sostenibili le città, migliorare la qualità ecologica, il benessere dei cittadini, l’inclusione sociale, promuovere sviluppo locale e nuova occupazione. La Strategia, potrà essere adottata anche per altre Regioni per rafforzare il green city approach, prende in considerazione.

Per ulteriori approfondimenti si invita a visitare il sito web di Fondazione per lo sviluppo sostenibile

Premio EMAS Italia 2020

Si informa che il Comitato Ecolabel-Ecoaudit ed ISPRA hanno bandito un Premio rivolto alle organizzazioni in possesso di una registrazione EMAS che hanno meglio interpretato ed applicato i principi del Regolamento europeo. L’obiettivo dell’iniziativa è riconoscere e dare visibilità alle realtà che hanno avviato e portato a termine questo percorso di certificazione ambientale.

Le categorie previste dal Premio 2020 sono:

  1. Efficacia comunicativa della Dichiarazione ambientale;
  2. Iniziative di uso del logo EMAS;
  3. Iniziative di comunicazione EMAS verso gli stakeholder.

La partecipazione è aperta a tutte le organizzazioni operanti nell’industria, nel terziario e nel settore pubblico, di qualsiasi dimensione aziendale. La scadenza per candidarsi alla partecipazione (originariamente fissata al 30 aprile) è stata prorogata al 30 giugno 2020.

Si rammenta cheEMAS (Eco-Management and Audit Scheme), lo schema comunitario di ecogestione e audit definito dal Regolamento europeo n. 1221/2009, è un sistema a cui possono aderire volontariamente imprese ed enti che intendono impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale. EMAS è uno strumento destinato inoltre a fornire al pubblico informazioni sulle prestazioni ambientali delle organizzazioni. Per scaricare la documentazione completa sul bando si invita a consultare il sito web di ISPRA.

Green Deal / La transizione energetica può supportare anche la ripresa economica post-Coronavirus


L’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili (International Renewable Energy Agency, IRENA) è un’organizzazione non governativa che si propone di supportare gli Stati nei percorsi di transizione energetica, a partire da un mix prevalentemente basato sui combustibili fossili come carbone e petrolio: attualmente i Paesi aderenti sono oltre 180 in tutto il mondo.

IRENA, nel mese di aprile 2020 ha pubblicato “Global Renewables Outlook – Energy transformation 2050”, un rapporto su opzioni di investimento per il clima, quadro politico necessario per il cambiamento a favore delle fonti energetiche rinnovabili e sfide affrontate nelle varie aree del pianeta.

 Per ulteriori approfondimenti cliccare qui

Firmato il decreto End of waste sugli pneumatici fuori uso


Nello scorso mese di aprile, il Ministero dell’Ambiente ha reso nota la chiusura dell’iter di approvazione del provvedimento sulla cessazione della qualifica di rifiuto degli Pneumatici Fuori Uso (PFU).

Si tratta di una quantità di circa 400mila tonnellate all’anno di rifiuti per cui ora esiste una base giuridica a beneficio (i) dei gestori degli impianti di recupero, che avranno la certezza su come verrà inquadrato il materiale riciclato a valle delle loro lavorazioni e (ii) delle aziende utilizzatrici di granulo e polverino di gomma, che potranno contare sulla certificazione del materiale a garanzia di qualità e sicurezza.    

Per ulteriori approfondimenti cliccare qui e qui

Adesione al Protocollo di Intesa per lo Sviluppo Sostenibile del Veneto

Si comunica che l’Ente camerale trevigiano – bellunese ha aderito al Protocollo di Intesa per lo Sviluppo Sostenibile del Veneto di cui alla DGR n. 1488 del 15 ottobre 2019.

Con nota prot. N. 156365 del 15 aprile 2020, la Regione del Veneto ha infatti accolto la richiesta della Camera di commercio Treviso – Belluno.

Nel portale www.venetosostenibile.regione.veneto.it Ã¨ possibile vedere le iniziative già avviate, consultare l’elenco dei soggetti aderenti al Protocollo e prendere visione delle attività che verranno realizzate nel prossimo futuro.

Aggiornamento modalità di pagamento adempimenti ambientali

Si informa che a partire dal mese di aprile 2020 la Camera di Commercio Treviso – Belluno ha aggiornato le modalità di pagamento dei diritti di segreteria previsti per i seguenti adempimenti ambientali:

Per i registri AEE e PILE è ora consentito pagare i diritti di segreteria previsti e l’imposta di bollo anche tramite Carta di credito

Per il MUD telematico è ora disponibile anche il pagamento tramite la piattaforma PagoPA