18^ edizione “Premio Socialis” per laureati e laureandi in RSI e sviluppo sostenibile

Il â€œPremio Socialis” (riconoscimento annuale che pone al centro della riflessione sociale e imprenditoriale la necessità di un’economia più attenta alle persone, alla comunità e all’ambiente) ideato dall’Osservatorio Socialis di Errepi Comunicazione e rivolto a laureati e laureandi in Responsabilità Sociale d’Impresa e sviluppo sostenibile, è nato nel 2003 con l’obiettivo di valorizzare i migliori studi accademici dei giovani sull’evoluzione del fenomeno dell’impegno sociale e di offrire un contributo concreto all’integrazione delle pratiche di responsabilità sociale nelle attività delle imprese, delle organizzazioni e della Pubblica Amministrazione.

Sono ammessi al concorso tutti i laureati (triennale, magistrale e dottorato) di qualsiasi Università italiana e senza limiti di età, che abbiano discusso una tesi dopo il 1° gennaio 2017 su argomenti quali: CSR, corporate governance, codici etici, metodologie di rendicontazione e di valutazione, bilancio sociale, analisi dei comportamenti, economia dell’ambiente, della cultura e dello sviluppo sostenibile, rapporti tra profit e non profit, rapporti con gli stakeholders, fund raising, pubblica amministrazione e servizi al cittadino, risparmio delle risorse, impegno nei confronti dei dipendenti, parità di genere, marketing sociale, formazione per la CSR, cultura di gestione delle organizzazioni complesse, ecc…

I lavori dovranno essere inviati esclusivamente online, secondo le modalità riportate nel Bando, entro e non oltre mercoledì 4 novembre.

Il Premio sarà riconosciuto alle 3 tesi di laurea che più di altre sapranno indicare “percorsi nuovi atti a favorire un’ulteriore evoluzione della cultura della CSR e dello sviluppo sostenibile, nonché a sottolineare aspetti meno conosciuti e prospettive di sviluppo e di applicazione pratica negli anni futuri”.

La cerimonia di premiazione si svolgerà a Roma il 4 dicembre 2020 in modalità ottemperante alle norme anti-Covid-19 vigenti.

Per ulteriori informazioni clicca qui
Per scaricare il bando clicca qui

Al via l’8^ edizione del Premio Impresa Ambiente

Si rinnova nel 2020 l’appuntamento con il Premio Impresa Ambiente, il più alto riconoscimento italiano per le imprese, gli Enti pubblici e privati che abbiano dato un contributo innovativo a processi, sistemi, partenariati, tecnologie e prodotti in un’ottica di sviluppo sostenibile, rispetto ambientale e responsabilità sociale.

L’ottava edizione è promossa dalla Camera di Commercio di Venezia Rovigo, in collaborazione con Unioncamere e con il patrocinio del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare.

La partecipazione al Premio è gratuita. Sono ammesse alla selezione le candidature pervenute a partire dal 1° agosto ed entro il 30 settembre 2020.

I vincitori, che saranno premiati nel mese di dicembre a Venezia, potranno partecipare all’European Business Awards for the Environment’ (E.B.A.E.) promosso dalla Direzione Generale Ambiente della Commissione Europea.

Sono 4 le categorie per presentare la propria candidatura:

  1. Migliore gestione per lo sviluppo sostenibile
  2. Miglior prodotto o servizio per lo sviluppo sostenibile
  3. Miglior processo/ tecnologia per lo sviluppo sostenibile
  4. Miglior cooperazione internazionale per lo sviluppo sostenibile

I candidati, se titolari o dirigenti d’impresa under 40, potranno concorrere contestualmente per il Premio Speciale Giovane Imprenditore, un riconoscimento riservato a quanti si sono distinti per spiccate capacità imprenditoriali, innovazione ed attività di ricerca dedicati allo sviluppo eco-sostenibile.

Il bando, le modalità di partecipazione  ed informazioni più dettagliate sono disponibili sul portale www.premioimpresambiente.it

La Segreteria Organizzativa del Premio Impresa Ambiente è istituita presso:
Camera di Commercio di Venezia Rovigo, Via Forte Marghera, 151, 30173 Venezia Mestre (VE); e-mail: info@premioimpresambiente.it

AGENDA 2030 A CHE PUNTO SIAMO? L’Agenda 2030 e le strategie per la sua attuazione, in particolare quella della Regione Veneto

Il 25 settembre 2015 l’Assemblea Generale dell’ONU ha adottato “L’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile”. Quest’ultimo è tale se lo sfruttamento delle risorse, l’impiego delle risorse finanziarie e l’evoluzione tecnologica sono coerenti non solo con i bisogni attuali, ma anche con quelli delle future generazioni. L’Agenda 2030 è un programma d’azione che prevede di raggiungere, entro il 2030, 17 obiettivi di Sviluppo sostenibile.

Sviluppo sostenibile: premiate il 13 dicembre se aziende che si sono distinte per crescita economica e sociale

Lo scorso 13 dicembre, presso la sede di Unioncamere del Veneto a Marghera è stato consegnato un riconoscimento alle imprese venete che nel 2019 hanno contribuito alla crescita economica e sociale del nostro territorio. Sono state insignite del “Premio Sviluppo economico in Veneto 2019” le seguenti sei aziende, una per territorio di pertinenza delle Camere di commercio della regione, con un ex aequo:

  1. Ortoromi Società Cooperativa Agricola di Borgoricco (Padova),
  2. Dba Group SpA di Villorba (Treviso),
  3. Fonderia Scaranello di Borsea (Rovigo),
  4. Supermercati Tosano Cerea di Cerea (Verona).
  5. Ex aequo a Amf SpA di Bassano del Grappa (Vicenza)
  6. Ex aequo a Corichem di Sarego (Vicenza).

Il riconoscimento, che rinnova il tradizionale premio regionale per lo Sviluppo economico, è stato istituito da Unioncamere del Veneto con cadenza annuale e viene assegnato a imprese del Veneto, di qualsiasi settore con particolare riguardo alla piccola e media dimensione e all’incremento dell’ imprenditorialità femminile e giovanile, al fine di gratificare e promuovere significative aziende che si sono distinte nella crescita economica del territorio veneto. Il premio si compone di due sezioni:

  1. innovazione in impresa
  2. responsabilità sociale d’ impresa.

All’incontro ha partecipato anche il vicepresidente della Regione del Veneto, Gianluca Forcolin. È inoltre intervenuto in qualità di testimonial aziendale, Davide Scroccaro, CSR manager di Perlage Winery di Farra di Soligo (Treviso) azienda produttrice di vini biologici, fra le prime del Veneto certificate BCorp.

“La decisione di dare una nuova veste al tradizionale premio regionale per lo sviluppo economico, che per la prima volta prevede due sezioni, una dedicata ai temi dell’innovazione e l’altra alla responsabilità sociale e allo sviluppo sostenibile, – rileva Mario Pozza, presidente Unioncamere Veneto – è venuta dalla constatazione che sempre più innovazione e sostenibilità vanno di pari passo, come dimostra la storia e il percorso di tutte le aziende premiate oggi, che sono innovatrici ma anche attente alla sostenibilità ambientale e sociale del proprio business”.

Primo premio “Innovazione sociale e sviluppo sostenibile”

per valorizzare gli interventi di innovazione aziendale che hanno ricadute positive sulla sostenibilità in generale ed in particolare sulla sostenibilità ambientale e sociale.

L’innovazione sostenibile rappresenta l’obiettivo primario per garantire una crescita economica in linea con il Piano d’azione che la Commissione Europea ha adottato per contribuire ad accelerare la transizione dell’Europa verso un’economia circolare, stimolare la competitività a livello mondiale, promuovere una crescita economica sostenibile e creare nuovi posti di lavoro.

La Camera di Commercio Treviso – Belluno ha pubblicato per la prima volta il bando “Innovazione sociale e sviluppo sostenibile” per accogliere e premiare i migliori interventi innovativi, i progetti e/o i prodotti che contribuiscono all’attuazione dei 17 obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, incentivando il tessuto economico locale ad affrontare le criticità dell’attuale modello di sviluppo economico (lineare), scegliendo un percorso di crescita più virtuoso ed una visione integrata della sostenibilità.

Possono partecipare al premio le imprese, di qualsiasi settore, dimensione e forma giuridica e le cooperative sociali già iscritte al Registro delle Imprese delle province di Treviso e Belluno.

Il premio si divide nelle 3 categorie (si rimanda per ogni opportuno approfondimento in merito alle specifiche ci ciascuna categoria al punto 1 del bando):

  1. Innovazione sostenibile ambientale;
  2. Innovazione sostenibile sociale;
  3. Innovazione sostenibile economica.

Per ciascuna categoria in concorso è previsto al massimo 1 premio in denaro del valore di 5.000,00 euro, per un plafond complessivo di 15.000,00 euro. Il premio sarà assegnato da una apposita Commissione di valutazione e dovrà essere utilizzato per proseguire il processo di miglioramento virtuoso attuato o altri interventi volti all’implementazione di azioni, progetti e/o innovazioni finalizzate alla sostenibilità di una o più delle tre categorie sopra indicate.

Le candidature dovranno pervenire a mezzo PEC a partire dal 31 ottobre e sino al 01 dicembre 2019 (ore 12.30) e non saranno prese in considerazione le domande che perverranno prima del 31 ottobre e dopo la data del 1° dicembre 2019.

Per scaricare il Comunicato Stampa clicca qui
Per ogni ulteriore approfondimento in merito si invita a contattare lo Sportello CSR e Ambiente ai recapiti di contatto.