Imprese Responsabili TVBL > Ambiente > GPP: una guida per le Pubbliche Amministrazioni per l’organizzazione di eventi sostenibili

GPP: una guida per le Pubbliche Amministrazioni per l’organizzazione di eventi sostenibili


[pubblicato precedentemente il 14.11.2011 nel portale www.csrtreviso.it]
La Commissione Europea ha più volte espresso l’importanza degli “ACQUISTI PUBBLICI VERDI” (Green Public Procurement – GPP) nell’ambito delle strategie UE per la sostenibilità ambientale, proponendo che gli Stati Membri raggiungano un target di diffusione del Green Public Procurement del 50% entro il 2020, attraverso l’adozione di criteri ambientali comuni nelle procedure d’acquisto per i beni e servizi individuati come prioritari.

Considerato che “l’organizzazione di eventi” riveste un ruolo rilevante nell’ambito del Green Public Procurement (si pensi a tal proposito al numero degli eventi organizzati dalla PA a tutti i livelli: Pubblica Amministrazione Centrale, Locale e Camere di Commercio, ecc…) ben si comprende l’importanza dell’adozione di strategie volte a ridurne gli impatti ambientali, conformandosi a standard ecologici e prevedendo misure compensative per gli impatti che non possono essere ridotti all’origine.

In una prospettiva di sviluppo ecosostenibile, la Regione Toscana, nel 2011, ha realizzato le Linee Guida “EXHIBIT-DESIGN: ECO-CRITERI E METODI PER LA SOSTENIBILITÀ AMBIENTALE”, un modello da seguire per tutte le Pubbliche Amministrazioni che devono organizzare eventi ed appaltare la realizzazione di allestimenti temporanei e che hanno così l’opportunità di rafforzare il loro ruolo nell’attuazione di strategie di sviluppo sostenibile locale.

Per scaricare le linee guida clicca qui